Italjet Dragster è pronto per essere lanciato in Europa, spinto dal grande successo ottenuto in Giappone, con un boom di ordini davvero impressionante. Per la precisione verrà commercializzato in esclusiva dal Gruppo KSR, un buon pilastro.

KSR è infatti tra i maggiori distributori in Europa, oltre che produttore, con vendite annuali che vanno oltre le 80.000 unità e contatti con i mercati di oltre 60 Paesi nel mondo. Un anno ottimo per questo scooter 125 e 200 del marchio bolognese, nonostante il 2020 sia stato e sia ancora colpito (come purtroppo ben sappiamo) dalla pandemia globale di Coronavirus. La due ruote è stata anche inserita da Forbes nella lista dei 5 migliori scooter da guidare nel 2020. Per quanto riguarda il design, il telaio a traliccio in cromo molibdeno è composto da un traliccio con tubi con diverse sezioni.

Il nuovo Italjet Dragster è disponibile in due cilindrate (125 cc e 200 cc) per dominare la strada come in pista. La progettazione dei propulsori Euro 4 è completamente Made in Italy, gli stessi garantiscono ottime performance di potenza. Monocilindrico, 4 tempi, 4 valvole, raffreddato a liquido, DOHC. Il Sistema Indipendente di Sterzo (S.I.S.) brevettato, realizzato dagli ingegneri Italjet in sinergia con la EDI di Pontedera, separa l’azione sterzante da quella ammortizzante filtrando qualsiasi tipo di asperità delle strade, senza trasmettere al manubrio alcuna vibrazione.

nuovo ITALJET-Dragster

Fonte: Italjet

Come dichiara la Casa stessa: “Mai nessuno aveva osato così tanto!”. Italjet Dragster è un concentrato di tecnologia, design e tanta voglia di andare oltre, oltre gli schemi, oltre il già visto, oltre la normalità. La produzione è prevista per novembre 2020. La livrea Black/Magnesium è andata sold out già dopo Eicma 2019, oggi però lo scooter è disponibile nelle colorazioni antracite/rosso/bianco, antracite/giallo e nero/grigio. Per quanto riguarda i prezzi, il 125 cc ABS con omologazione Euro 5 sarà venduto in Italia a 5.100 euro, mentre il modello 200 cc ABS Euro 5 a 5.400 euro.

La collaborazione con il Gruppo KSR, tra i maggiori distributori in Europa, è sicuramente un buon punto di partenza e senza dubbio darà i suoi frutti. È lo stesso Sandro Caparelli, Sales & Marketing Manager di Italjet Spa a sottolinearlo, dichiarando: “Abbiamo scelto il Gruppo KSR, realtà di riferimento nel settore delle due ruote, perché siamo certi che saprà valorizzare al meglio le caratteristiche esclusive di italianità, stile e tecnologia che contraddistinguono il nostro Urban Superbike”.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *