Cambiano le modalità di accesso nelle autoscuole. Nelle linee guida del 20 maggio, stilate e diramate dopo la fine della quarantena, i gestori delle autoscuole dovevano garantire una distanza minima di 2 metri tra uno studente e l’altro, che poteva essere ridotta 1 metro nel caso in cui fossero stati utilizzate delle barriere parafiato tra le persone presenti in aula.

Con le nuove linee guida, che arrivano sotto forma di circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, le scuole guida vengono di fatto equiparate agli istituti scolastici. In questo modo, titolari e gestori di autoscuole potranno adottare le stesse misure di sicurezza anti-Covid valide per gli alunni e studenti di ogni ordine e grado. Dunque, la distanza tra i patentandi potrà essere dimezzata e portata a un metro anche senza dover adottare barriere parafiato di plexiglass, come invece previsto dalle vecchie norme.

La decisione del Ministero arriva dopo settimane di confronti e riunioni con la sezione autoscuole della Confarca, associazione di categoria che raggruppa oltre 2.500 titolari su tutto il territorio italiano. “Finalmente – ha affermato Christian Filippi, presidente della sezione autoscuole Confarca – dopo tanti incontri con la Direzione generale della Motorizzazione, abbiamo ottenuto la cessazione dell’obbligatorietà dei tre metri quadri all’interno dei nostri locali per l’insegnamento. Il lungo percorso che ci ha accompagnato a questa vittoria per le nostre attività, è stato raggiunto grazie ad una squadra impeccabile che ha coinvolto la Presidenza e la Segreteria Autoscuole ed è stato costellato di riunioni tecnico/legali per tutta l’estate, con continui contatti con esponenti della politica di ogni parte e di ogni ruolo, che ringraziamo per aver compreso le nostre necessità”.

Una decisione che consentirà ai gestori di scuole guida in tutta Italia di poter lavorare in aula con il doppio degli studenti, senza esser costretti a montare paratoie all’interno degli ambienti e rispettando le stesse direttive anti-Covid delle altre attività produttive e commerciali. Esattamente come accade oggi all’interno di supermercati, negozi di abbigliamento o uffici pubblici e privati, i gestori delle scuole guida dovranno posizionare le postazioni a un metro di distanza l’una dall’altra e mettere a disposizione gel sanificante. Chi studia per ottenere la patente di guida, invece, dovrà obbligatoriamente indossare la mascherina.



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *